Con lo stesso spirito con cui nel 1982 venne costituita l’associazione Assoutenti, oggi terza realtà associativa su scala nazionale, a distanza di oltre 30 anni un gruppo di amici di Bologna, dopo variegate esperienze nell’associazionismo e nel volontariato locale, ha deciso di intraprendere una nuova avventura animata da due spinte di fondo:

  • l’idea di offrire un sostegno ai soggetti deboli, con la consapevolezza che dinanzi ai poteri forti (economici e commerciali in primis) siamo tutti “deboli” e in difficoltà. E’ così per l’anziano viene raggirato dalla giungla di offerte e agenzie nel settore dell’energia o della telefonia (quando una bolletta da 20 euro si trasforma in una via crucis o peggio quando arrivano conguagli incomprensibili da operatori del gas che non hanno mai inviato qualcuno a leggere i contatori…), ma è anche così per il piccolo imprenditore a cui improvvisamente la banca di fiducia, da oltre 30 anni, chiede di rientrare da tutte le aperture di credito, di fatto ponendo all’attività magari storica dietro cui si reggevano decine di famiglie di soci e dipendenti.

dinanzi ai poteri forti (economici e commerciali in primis) siamo tutti deboli

  • la necessità di offrire un sostegno culturale a consumatori e utenti, perché non basta pensare di rivolgersi ad un consulente preparato per risolvere tutti i nostri problemi: anche quando abbiamo tutte le ragioni del mondo, si finisce per essere disattesi e questo non solo perché a volte i tempi della giustizia sono lunghi, ma anche quando abbiamo deciso di intraprendere un percorso di tutela (qualunque esso sia) senza aver pienamente compreso e condiviso le ragioni di una scelta.

spesso si resta delusi perché si è intrapreso un percorso di tutela dei nostri diritti senza aver pienamente compreso e condiviso le ragioni di una scelta

Ecco perché Assoutenti – Area Metropolitana di Bologna ha fondato il progetto cambiapasso.it

 

logo250x90