Finanziamenti e prestiti: quando le assicurazioni obbligatorie non dovrebbero esserlo, c’è illecito.

Riccardo Corradino

Dott. Riccardo Corradino

A seguito di varie segnalazioni dei consumatori e IVASS (Istituto per la Vigilanza sulle ASSicurazioni), AGCM (Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato) ha avviato due istruttorie per l’accertamento di pratiche commerciali scorrette. Scendiamo in dettaglio.

1) Agos e Findomestic e le assicurazioni obbligatorie di Cardif

Pare che Agos Ducato S.p.A. e Findomestic Banca S.p.A. abbiano concesso ai consumatori i prestiti personali a condizione che avessero contestualmente sottoscritto anche polizze assicurative facoltative e magari non realmente utili rispetto ai finanziamenti richiesti.

Addirittura parrebbe che sia stato negato un prestito personale ad una persona non per mancanza di entrate idonee a ripagare il debito, ma perché avrebbe dovuto siglare una polizza assicurativa che avrebbe impedito la stipula perché incompatibile con una patologia di cui l’utente soffriva!

La compagnia assicuratrice Cardif (precisamente Cardif Assurance Vie s.a. e Cardif Assurances Risques Divers s.a.) non avrebbe agito con la dovuta diligenza professionale, fingendo di ignorare le pratiche vincolanti attuate da Agos e Findomestic con le sue assicurazioni obbligatorie non per legge.

Addirittura in caso di estinzione anticipata del finanziamento da parte del consumatore, Cardif avrebbe rifiutato l’estinzione anticipata delle polizze assicurative dichiarandole non collegate.

2) Perché stipulare assicurazioni sul prestito?

La stipula di polizze assicurative, non necessariamente assicurazioni obbligatorie, può lecitamente essere richiesta in stretta connessione all’erogazione del finanziamento. Tipicamente si hanno due tipi di coperture:

  • a copertura del credito (CPI – Credit Protection Insurance): servono a tutela di chi concede il prestito, nel caso in cui il cliente non riesca più a rimborsare il credito per circostanze imprevedibili (ad es. perdita del lavoro, grave malattia invalidante, decesso ecc…). Al verificarsi dell’evento imprevisto sarà la compagnia assicuratrice a rimborsare per la parte restante.
  • polizze accessorie: assicurazioni che vengono sottoscritte in abbinamento a CPI, per esempio, per evitare conseguenze in caso di temporanea difficoltà economica a pagare le rate dovute.

3) Assicurazioni obbligatorie? Quando?

La stipula di un’assicurazione è facoltativa nel caso di prestiti personali. Tuttavia può essere imposta dall’ente finanziatore in alcuni casi, come la richiesta di importi elevati o la mancanza di entrate stabili.

Si hanno assicurazioni obbligatorie per legge solo per finanziamenti con cessione del quinto. Infatti la legge richiede espressamente la stipula di una polizza assicurativa contro il rischio vita e il rischio impiego, quando il rimborso del prestito avviene con la trattenuta massima del 20% dello stipendio (o della pensione).

Nel caso di assicurazione obbligatoria, il suo costo deve essere compreso nel TAEG (tasso annuo effettivo globale). Il TAEG viene espresso con una percentuale rapportata all’ammontare richiesto, per rappresentare chiaramente il costo totale annuale del finanziamento.

4) quando sottoscrivere finanziamento e polizza assicurativa insieme?

Un vantaggio considerevole della sottoscrizione di una polizza assicurativa collegata al finanziamento è la certezza di avere un soggetto che potrà far fronte al debito, anche in caso di difficoltà economiche sopravvenute evitando di rientrare fra i cattivi pagatori.

Ma tutto questo ha un costo, che può pesare molto sull’ammontare complessivo da restituire. E ci saranno sempre banche che spingono affinché vi assicuriate, poiché spesso banche e compagnie assicurative fanno parte dello stesso gruppo.

SE VUOI APPROFONDIRE O HAI BISOGNO DI ASSISTENZA CONTATTA ASSOUTENTI

E’ FACILE E PER GLI ISCRITTI I CONSULTI SONO DEL TUTTO GRATUITI!

Tel. 051 0828436 – Whatsapp al 340 4231006 – bologna@assoutenti.emiliaromagna.it

Credit: foto principale di Niekverlaan concessa in licenza Creative Commons Attribution 4.0 International (CC BY 4.0)