Bambini e ragazzi devono aver fatto tutti i vaccini obbligatori per essere accettati a scuola. Il caos è tanto, ma Assoutenti vi spiega come procedere.

Riccardo Corradino

Dott. Riccardo Corradino

Con la Legge 119/2017 si è esteso l’elenco di vaccini obbligatori rivolti ai minori, poiché le statistiche riportano un aumento di bambini astenuti dalle vaccinazioni, sia obbligatorie che raccomandate, portando ad una copertura di massa ritenuta troppo bassa anche dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Per questo si è proceduto a rendere più stringente l’obbligo di vaccinazione, introducendo anche un regime sanzionatorio a carico dei genitori (o altri esercenti della potestà genitoriale).

Vaccinazioni obbligatorie per i minori 0-16 anni

Tutti i minori di età compresa fra 0 e 16 anni (da intendersi fino a 17 anni meno 1 giorno), inclusi i minori stranieri non accompagnati, devono essere obbligatoriamente sottoposti a 10 vaccinazioni secondo il nuovo Calendario vaccinale nazionale:

  • anti-poliomielitica
  • anti-difterica
  • anti-tetanica
  • anti-epatite B
  • anti-pertosse
  • anti -Haemophilus influenzae tipo B
  • anti-morbillo
  • anti-rosolia
  • anti-parotite
  • anti-varicella

Calendario nazionale delle vaccinazioni obbligatorie

Tutte queste vaccinazioni sono obbligatorie e gratuite. Il calendario è indicativo anche dei relativi richiami vaccinali.

Vaccinazioni raccomandate per i minori 0-16 anni

Altre sono le vaccinazioni raccomandate per l’importanza nell’evitare patologie che hanno conseguenze importanti, ma che al momento non sono così diffuse.

Anche queste vaccinazioni sono disponibili gratuitamente  a richiesta  e sono:

  • anti-meningococcica B
  • anti-pneumococcica
  • anti-rotavirus
  • anti-meningococcica C

Calendario nazionale vaccinazioni raccomandate

Procedure di certificazione

La legge ha fatto scattare gli obblighi a partire dal 10 settembre per nidi, materne e scuole dell’infanzia. Entro il 31 ottobre per l’iscrizione alle scuole dell’obbligo.

Se non si presenta il certificato di vaccinazione o la dichiarazione del medico che attesta che la vaccinazione non è stata fatta perché il bambino è già immunizzato o non può essere sottoposto a vaccinazione per documentati problemi di salute temporanei/permanenti, l’iscrizione sarà respinta!

Nei casi di irregolarità vaccinale le Autorità chiameranno i genitori (o altri soggetti che esercitano la potestà genitoriale) per capirne i motivi e stabilire la regolarizzazione.

In caso di mancata regolarizzazione entro i termini previsti, oltre al rifiuto dell’iscrizione è previsto anche una sanzione pecuniaria  da 100 a  500 Euro.

Tempi molto stretti, per cui l’Assessorato Regionale alla Sanità insieme all’Ufficio Scolastico Regionale ha deciso che

La Regione Emilia-Romagna ha disposto che la documentazione attestante lo stato vaccinale sia inviata direttamente dalle ASL alle famiglie; laddove lo stato vaccinale non sia regolare rispetto all’età, le famiglie riceveranno gli appuntamenti per le vaccinazioni”.
I documenti ricevuti dalla propria ASL saranno poi consegnati dalle famiglie alle scuole, evitando quindi la presentazione di autocertificazioni e di successive certificazioni. In sostanza, i genitori dei bambini già iscritti ai servizi educativi 0/3 anni non dovranno presentare alcuna documentazione. Le Aziende Usl infatti sono già in possesso degli elenchi dei bambini iscritti e comunicheranno lo stato vaccinale direttamente ai Comuni/Gestori dei servizi educativi.
Si chiarisce, inoltre, che “le famiglie che non dovessero ricevere la comunicazione ASL, per problemi logistici o in quanto residenti in altra Regione o per qualsiasi altro motivo, potranno comunque avvalersi della possibilità di presentare l’autocertificazione”.

Pertanto è bene non aspettare l’ultimo giorno!

Per i minori che devono accedere alla scuola dell’obbligo il Garante Privacy ha dato parere positivo affinché valga lo stesso automatismo di trasmissione dei dati, senza dover aspettare il 2019 come previsto dalla Legge 119.

Tutto il necessario è disponibile sul sito della Regione Emilia-Romagna, compresi i moduli per l’autocertificazione.

Per ulteriori approfondimenti si veda il sito dedicato da parte del Ministero della Salute ed in particolare la recentissima Circolare del 16 agosto 2017.

SE VUOI APPROFONDIRE O HAI BISOGNO DI ASSISTENZA CONTATTA ASSOUTENTI

E’ FACILE E PER GLI ISCRITTI I CONSULTI SONO DEL TUTTO GRATUITI!

Tel. 051 0828436 – Whatsapp al 340 4231006 – bologna@assoutenti.emiliaromagna.it

Credit:

Immagine di copertina di Berzin distribuita sotto licenza Pixabay License

Immagine nel testo Autoprodotte