Siete spaventati dai continui tagli alle prestazioni mediche della sanità pubblica? Pensate che in Italia ammalarsi costi troppo caro? Il fatto è che come tanti connazionali siete a un bivio: polizza sanitaria si o polizza sanitaria no?

I tipi di polizza sanitaria e le relative condizioni offerte dal mercato sono veramente tante e le condizioni contrattuali che regolano ogni contratto sono spesso difficili da comprendere…

1. Cos’è un assicurazione sanitaria?

La polizza sanitaria è un contratto in forza del quale la compagnia assicurativa, in cambio del pagamento di un premio (solitamente annuale) garantisce una tutela in caso di malattia del proprio assicurato.

Serve a proteggere l’assicurato dal dover sostenere costi importanti e imprevisti  in ragione dell’insorgenza di una malattia e delle relative spese di cura.

Il primo scoglio da superare è l’età! Molte compagnie assicurative propongono le loro polizze sanitarie anziché per l’intera vita,  solo per determinate fasce d’età.

Per di più se hai superato da qualche tempo i fatidici “anta” alcune compagnie non offrono tutela. Spesso l’eta massima assicurabile è tra i 70 e 75 anni! Conviene sottoscrivere una polizza in età giovanile, l’assicurazione – in futuro- valuterà se è a quali condizioni proseguire il rapporto assicurativo.

Il premio dell’assicurazione, vale a dire la somma che si versa in favore della compagnia assicurativa nell’ambito di un contratto di assicurazione, è sovente un indicatore della qualità della polizza sanitaria che state sottoscrivendo.

https://pixabay.com/it/man-nonna-nonne-di-lavoro-a-maglia-1989145/

non si può più stare tranquilli… anzi, sembra quasi che la tranquillità vada comprata…

 

2. Il rischio dei premi bassi: coperture limitate, massimali e franchigie.

La “copertura” della nostra polizza sanitaria può essere limitata a particolari eventi: ad esempio, molte polizze non coprono le spese dentistiche, oculistiche, derivanti da disagio psichico o correlate alla tossicodipendenza.

Nella scelta della polizza occorre leggere attentamente le condizioni contrattuali, in particolare bisogna controllare:

  • Cosa è compreso e a quali condizioni!
  • I casi di esclusioni.

Talvolta  anche se si verifica l’evento “malattia” indicato nella polizza, in alcune condizioni contrattuali è previsto che la garanzia operi solo in caso di intervento chirurgico e/o ricovero:  la “sola” insorgenza della malattia, anche se presente nell’elenco, non darà quindi diritto alla copertura!

  • Chi si desidera tutelare: 👤 Possiamo decidere se assicurare solo noi stessi o il nostro intero nucleo familiare.👨‍👩‍👦‍👦

    https://pixabay.com/it/photos/?image_type=&cat=&min_width=&min_height=&q=dollaro&order=

    I prezzi e premi bassi a volte ci attirano come polli

Attenzione a:

  • Il “massimale” é la somma massima che la compagnia di assicurazione è disposta a pagare nel caso in cui si dovesse verificare l’evento per il quale è stato sottoscritto il contratto assicurativo.

Deve essere indicato, salvo rare eccezioni,  in maniera chiara in ogni contratto di assicurazione.

I migliori prodotti assicurativi offrono massimali molto alti o addirittura illimitati. Purtroppo le spese sanitarie possono raggiungere costi molto elevati!

  • Franchigie

Anche in questo caso,solitamente più è alta la franchigia e più é basso il premio. La copertura assicurativa si attiverà solo al superamento di una certa somma.

Per scegliere se è  quale tipo di franchigia inserire sarà bene valutare il proprio stato di salute e se si hanno spese mediche costanti. In questo secondo  caso, ad esempio, sarà utile che il nostro contratto non preveda franchigie alte.

Occorre analizzare se si preferisce affrontare una spesa annuale costante con premio più alto  o si è in grado di poter far fronte ad un imprevisto economico.

 

3. Questionario sanitario: il momento cruciale 

 Attenzione al momento della dichiarazione…

“Tutta la verità nient’altro che la verità”

 Le polizze sanitarie generalmente non operano per eventi preesistenti o pregressi e tutte le conseguenze che ne derivano.

Se le informazioni fornite con la compilazione del questionario sanitario (o anamnestico) non sono corrette o si è “omesso” di indicare qualche informazione richiesta, l’assicurazione valuterà in base alle vostre risposte se assicurarvi o meno e a quali condizioni.

È inoltre essenziale leggere attentamente come e in quali tempi occorre dare avviso all’assicurazione della verificazione dell’evento (la cosiddetta denuncia del sinistro) e in quali modalità inviare la documentazione richiesta.

Controllate che siano ben specificati i tempi di rimborso e di liquidazione delle indennità della polizza sanitaria.

 

Se avete dubbi, volete assistenza o informazioni, contattateci!

051 0828436 – bologna@assoutenti.emiliaromagna.it

Oppure alla nostra pagina Facebook http://facebook.com/cambiapasso

 

Credit:

Immagine di copertina di Myriams-Fotos sotto licenza CC0 Creative Commons Libera per usi commerciali Attribuzione non richiesta

Immagine nel testo di eommina concessa sotto licenza Creative Commons Libera per usi commerciali – Attribuzione non richiesta

Seconda immagine nel testo di 3dman-eu sotto licenza CC0 Creative Commons Libera per usi commerciali Attribuzione non richiesta