Arrivano i giorni dei super sconti sul Web e nei negozi, ma non è tutt’oro quel che luccica: oggi sono state segnalate truffe anche sulla piattaforma di Amazon con offerte tecnologiche a prezzi stracciati in marketplace. L’operatore sventa il raggiro e cancella in tempo reale ordini e proposte non lecite.

Alessandro Rocchi

Alessandro Rocchi – Presidente Assoutenti A.M.B.

Tutti pronti e consumatori al via per le giornate dei super sconti. L’ennesima prassi commerciale importata dagli U.s.a., torna e monopolizza l’attenzione mediatica e dell’utenza. Nella giornata di oggi, tuttavia, ci sono giunte segnalazioni di problemi in particolare su Amazon, dove, tra le tante offerte che si sussegono in attesa della giornata clou di domani, sono comparsi prodotti costosi a prezzi scontati anche del 50%.

Alcuni notebook, in particolare, sono stati proposti per alcuni minuti e con ripetizione nel corso della giornata, a prezzi dimezzati, ma gli utenti che hanno tentato l’acquisto si sono visti cancellare l’ordine dall’operatore, prontissimo a sventare il raggiro, anche dopo aver effettuato il pagamento. Dobbiamo anche dire che, al momento, gli utenti che hanno avuto la cancellazione d’ufficio degli ordini, hanno ricevuto una spiegazione troppo generica da Amazon che ha motivato con la sigla “GeneralAdjustement“.

Resta però un dato di fatto che i consumatori hanno preso al volo l’offerta commerciale, che è stata proposta in un contesto reso difficile dell’ansia di acquisto degli utenti, alle prese con le offerte a rotazione e quindi con la frenesia di trovarsi davanti l’affarone da portare a casa nel giro di pochi istanti, prima della breve scadenza.

Accade così che, ad esempio, un notebook di alta fascia mediamente prezzato sui 1.000 Euro, sia stato esposto a circa 500 Euro, con l’ovvia conseguenza che l’incauto (e ansioso) navi-consumatore, abbia proceduto all’acquisto, senza notare alcuni dettagli fondamentali.

Infatti, nel caso di specie la riga che solitamente contiene l’indicazione del venditore conteneva la seguente dicitura: “Prima di “aggiungi al carrello” contattarmi: info[at]f71-shop.com!”

Una simile dicitura dovrebbe sempre mettere sull’attenti, ma un’altra cosa importante è verificare il feedback dei venditori, anche in piattaforme d’eccellenza come Amazon; in questo caso avreste scoperto che si trattava di un operatore di marketplace alla prima vendita e, quindi, senza referenze in grado di giustificare un’offerta così fuori dall’ordinario, persino in tempi di black friday.

Per evitare di trasformare il vostro Black Friday in Bad Friday, quindi, seguite alcuni consigli di Assoutenti:

  1. Selezionate anticipatamente gli oggetti che intendete acquistaree monitorateli in caso divengano oggetto di offerta lampo o giornaliera: se avete già in testa un’idea, non perdetevi dietro ciò che il caso vi sottopone, perché lo scarso tempo a disposizione e la fretta da perdita dell’affare rischiano solo di rendervi il venerdì nero.
  2. Se non avete un’oggetto preferito e volete semplicemente fare acquisti convenienti, leggete con attenzione la pagina dell’inserzione ponendo l’attenzione sul nome, sull’esperienza e sulla recensione del venditore: un alto numero di recensioni più lasciarvi sereni nelle compere anche se non tutti i feedback sono positivi.
  3. In caso di prodotto ad alto rischio di confusione (il caso dei notebook è emblematico perché si trova moltissima offerta e in molti casi le sigle dei computer variano di una lettera o di un numero con il rischio di confondersi e acquistare un oggetto con caratteristiche diverse): prima di acquistare verificare le specifiche tecniche per confermare che si tratta del vostro gioiello.
  4. Attenzione ai venditori esteri: ricordate che un acquisto frettolo e costoso al tempo stesso richiede particolare attenzione nel leggere le recensioni del venditore soprattutto se non ha sede in Italia…
  5. Considerate offerte soggette alle garanzie del marketplace, così in caso di raggiro sarete coperti
  6. Verificate infine i tempi di consegna previsti: la fretta può giocarvi un cattivo scherzo se avete bisogno di comprare oggetti di cui avete urgente bisogno ma che devono arrivare dall’altro capo del mondo…
  7. In caso di dubbio su una possibile truffa, scrivete immediatamente all’esercente e contattare il servizio di assistenza della Carta di Credito: gli operatori solitamente vedono in tempo reale le operazioni addebitare sugli strumenti di pagamento e possono aiutarvi!

Non dimenticate che Assoutenti è a Vostra disposizione per aiuto, assistenza o segnalazioni.

I consulti sono sempre gratuiti per i nostri iscritti e potete contattarci anche su Whatsapp al 340 4231006

oppure scrivere a bologna@assoutenti.emiliaromagna.it o telefonare 051 0828436

 

 

Credit: Foto “Black Friday 20014” di Miguel Angel Aranda da flickr con licenza Attribution-NonCommercial-ShareAlike 2.0 Generic